mercoledì 22 aprile > h 21.00 > Ex Ospedale dei Bastardini (sala bianca)

Claudia Triozzi (F/I)

Boomerang ou "le retour à soi"
performance, prima italiana
   
Con la sua nuova creazione Boomerang, Claudia Triozzi lancia segni e materiali per poi attendere le retour à soi. Il boomerang comanda l'ellisse dell'azione senza condannare alla passività, ridando un senso all'agire. Questa è l'immagine guida che accompagna la coreografa in uno spettacolo ricco di riferimenti (dall'Orlando Furioso di Ronconi ad una archeologia della sessualità, inframmezzati da interviste/testimonianze di vita) di cui è co-protagonista come artista e come soggetto, preservando uno sguardo al femminile ironico e profondo. In scena, tra corpo e voce, interroga la funzione da lei incarnata in prima persona nel mondo dello spettacolo da quasi trent'anni: un dare il proprio corpo all'arte come altri lo donerebbero alla scienza.  In questa rappresentazione del sé attraverso l'altro, Claudia Triozzi intreccia discorso spontaneo e saperi tecnici. "L'autobiografia mescola i generi, le voci, le nascite e le età. La  domanda rivela diversi livelli di senso e apre a dei possibili. Performare lì dove si pone il limite di ciò che siamo, e dove la risposta non potrà essere un'affermazione. Una scena si apre a se stessa, inattesa."


ideazione, regia, scenografia, immagine e video Claudia Triozzi
interpreti Anne-Lise Le Gac e Claudia Triozzi
musica composta da Fernando Villanueva e Hahn Rowe
testo e voce Claudia Triozzi
coordinamento tecnico Sylvain Labrosse
suono Samuel Pajand
luci Yannick Fouassier
produzione DAM-CESPI (Paris)
coproduzione Centre national de danse contemporaine (Angers), Festival NEXT (Eurometropolis Lille-Kortrijk-Tournai + Valenciennes), Centre chorégraphique national de Tours, Abrons Arts Center (New York), FUSED - French US Exchange in Dance, Festival d’Automne (Paris), T2G de Gennevilliers, Théâtre des 13 vents de Montpellier, La Ménagerie de Verre (Paris)
residenze Centre chorégraphique national de Montpellier Languedoc-Roussillon, Centre chorégraphique national de Franche-Comté à Belfort
con la collaborazione di Akademie Schloss Solitude (Stuttgart), Xing (Bologna)
con il sostegno di Direction régionale des affaires culturelles d’Île-de-France - Ministère de la Culture et de la Communication