venerdì 24 aprile > h 21.00 > Ex Ospedale dei Bastardini (sala nera)


Jack Hauser/Satu Herrala/Sabina Holzer/Jeroen Peeters (A/B/Fin)

Die Unbändigen

performance, prima italiana


Die Unbändigen, celebrazione di una comunità improbabile, è il nome di un progetto performativo collaborativo costruito su più media e occasioni: un esperimento di esplorazione e sviluppo di modi alternativi di vivere e di produrre attraverso processi collettivi. Partendo da background differenti, Jack Hauser, Satu Herrala, Sabina Holzer e Jeroen Peeters utilizzano le proprie pratiche artistiche, tecniche e discorsive come terreno di incontro. Die Unbändigen è un laboratorio mobile da cui guardare il mondo e dove raccogliere, analizzare e mappare materiali eterogenei (immagini, movimenti, suoni, storie, canzoni..). Questi materiali formano un raccolta di partiture, una sorta di songbook condiviso: repertorio utile per l'invenzione di nuovi linguaggi e la creazione di performance. Come un mazzo di tarocchi che conduce l'immaginazione in luoghi diversi, dove il desiderio e l'imprevisto crescono rigogliosamente. I gesti migrano, i codici culturali assumono nuove configurazioni. Die Unbändigen sono una folla eterogenea, una band instabile che ha i propri rituali e il proprio folklore, le proprie mitologie indisciplinate, tra Sun Ra, l'Art Ensemble of Chicago o il cinema etnografico-sperimentale di Maya Deren.

un progetto organizzato, ideato e performato da Jack Hauser, Satu Herrala,
Sabina Holzer, Jeroen Peeters
produzione cattravelsnotalone
con il supporto di Wien Kultur, Tanzquartier Wien, Im_flieger, ImPulsTanz,
Mumbling fish, Bains Connective, Sarma, WorkSpaceBrussels
con il contributo di INTPA - International Net For Dance And Performance Austria
del Tanzquartier Wien con fondi di BKA e BMEIA