giovedi 23 aprile > h 21 > Ex Ospedale dei Bastardini (sala nera)


Xavier Le Roy (D/F)

UNTITLED 2005, a lecture
lecture/performance, prima italiana

UNTITLED 2005, a lecture. Nel 2005 un autore anonimo presenta una coreografia dal titolo Untitled. Nessuna immagine, nessun testo o informazione introduceva questo lavoro, tentando di evitare quelle modalità di rappresentazione che aiutano a comunicare e promuovere un'opera d'arte al suo pubblico. Se l'intenzione era quella di mettere in discussione come le aspettative che una firma, un'immagine o un testo contribuiscano a determinare la nostra percezione di un opera, l'effetto è stato invece quello di sollevare la curiosità degli spettatori, che si son messi a cavillare su chi potesse star dietro a quel progetto, trascurando completamente ciò che esso in realtà proponeva. Untitled era un lavoro che voleva mettere in dubbio la necessità e la garanzia di un rappresentate affinchè qualcosa venga rappresentato. Con questo obbiettivo i movimenti sono stati composti per produrre zone di indeterminazione tra animato e inanimato, oggetto e soggetto, visibile e invisibile. A distanza di 10 anni, con UNTITLED 2005, a lecture Xavier Le Roy torna su questa scena delittuosa, riaffrontandone le trappole, i chiaro-scuri e le necessità.
Il processo si completa con Untitled (2005-2015), un'installazione vivente visitabile per 3 sere negli spazi degli Ex Bastardini. Le componenti di questo progetto per Live Arts Week cercano di spostare le abitudini e le funzioni dell'incontro tra spettatore e performer, e dello spettacolo in generale. Xavier Le Roy maneggia una materia strana, complessa e fantasmagorica, creando situazioni poco chiare su cui proiettare interpretazioni.

ideazione Xavier Le Roy
con l'assistenza di Scarlet Yu
organizzazione Vincent Cavaroc, Fanny Herserant - Illusion & Macadam
produzione Le Kwatt
coproduzione Théâtre de la Cité Internationale (Paris), Festival d'Automne à Paris 2014, PACT Zollverein (Essen), Kaaitheater  (Brussels), Festival Theaterformen (Hannover)
col supporto di NATIONALES PERFORMANCE NETZ (NPN) International Guest Performance Fund for Dance, sovvenzionato dalla commissione Cultura e Media del Governo Federale su accordo con il German Bundestag
Le Kwatt è sostenuto da Direction Régionale des Affaires Culturelles d'Ile-de-France